foto1
foto1
foto1
foto1
foto1

Chiaroveggenza

 

 

In ambito parapsicologico, con il termine chiaroveggenza si definisce la capacità di un soggetto di riuscire a ottenere informazioni sull'ambiente circostante (cose o persone) senza ricorrere a vie conosciute né alla telepatia.

Il fenomeno della chiaroveggenza (o veggenza o ancora lucidità -> vedi "sogni lucidi") ha origini antiche ed ha incuriosito gli studiosi sin dai tempi antichi.

Essa può manifestarsi sia in modo "spontaneo" che in modo "sperimentale".

Nel primo caso, i soggetti nei quali questa particolare percezione si manifesta improvvisamente e con una certa frequenza, vengono definiti "sensitivi".

Gli strumenti utilizzati dal parapsicologo nella determinazione del fenomeno sono le famose carte Zener (che prendono il loro nome dal loro inventore Karl Zener) che ritraggono cinque simboli: la stella, l'onda, la croce, il cerchio e il quadrato.

Dallo studio su diversi soggetti, i parapsicologi hanno potuto legittimare non solo l'effettiva esistenza della chiaroveggenza, ma hanno anche notato come essa si manifesti - più o meno prepotentemente - in molte persone.

La chiaroveggenza può inoltre manifestarsi attraverso l'uso di particolari tecniche quali la cristalloscopia e la psicometria.

La prima è la visione di particolari oggetti o persone tramite la visione del cristallo, ossia la capacità di certi soggetti di utilizzare un particolare cristallo (per concentrarvisi) per poter rendere visive le proprie percezioni.

La seconda, invece, è un tipo di veggenza che si manifesta nel soggetto tramite il contatto con un oggetto del quale il sensitivo riesce a raccontare la storia descrivendo persone o eventi con i quali l'oggetto è entrato in contatto.

 

l'articolo è stato prelevato e autizzato dal sito ufficiale  www.marina-dionisi.it

Ultimi Registrati

  • rardcet
  • maireutinia
  • bellebug
  • elege
  • mushyhitch85

Statistiche

Utenti registrati
293
Articoli
255
Visite agli articoli
1085629

Contatore

Yuotube